L’USO CONSAPEVOLE DEGLI INTEGRATORI!

Gli integratori, come dice la parola stessa, sono prodotti alimentari che integrano la normale alimentazione. “Complemento” o “supplemento” sono sinonimi di “integratore”.

Gli integratori sono disponibili in commercio sotto forma di compresse e compresse effervescenti,  capsule, preparati in polvere, sciroppi, gocce ecc.

QUANDO È UTILE INTEGRARE?

L’organismo per mantenersi sano necessita dell’apporto giornaliero di tutti i nutrienti. Ci sono alcune situazioni in cui risulta difficile riuscire ad assimilare tutti i nutrienti necessari al buon funzionamento dell’organismo:

  • Dieta poco varia
  • Presenza di patologie che non permettono di assimilare alcune sostanze
  • Periodi particolari della vita come gravidanza, menopausa e vecchiaia
  • Periodi di forte stress
  • Intensa attività sportiva

In questi casi risulta molto utile l’aiuto di un integratore per sopperire alla mancanza di uno o più nutrienti. É bene ricordare che, essendo considerato un prodotto alimentare, l’integratore non ha alcuna attività terapeutica ed é soggetto alle norme in materia di sicurezza alimentare.

COME SI CLASSIFICANO GLI INTEGRATORI?

A seconda degli ingredienti contenuti al loro interno, gli integratori si dividono in:

  • Integratori di vitamine e/o sali minerali.
  • Integratori di aminoacidi.
  • Integratori di proteine e/o energetici.
  • Integratori di acidi grassi.
  • Integratori a base di probiotici.
  • Integratori di fibre.
  • Integratori a base di piante officinali o derivati
  • Integratori coadiuvanti di diete per il controllo e la riduzione del peso.

ETICHETTATURA DEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI

Nella produzione di un integratore alimentare bisogna rispettare precise norme di sicurezza, di qualità sulle materie prime che vengono utilizzate e di etichettatura.

Un integratore può essere immesso in commercio solo dopo aver trasmesso al Ministero della Salute l’etichetta apposta sul contenitore. Il Ministero della Salute farà le opportune verifiche e, se riterrà conforme l’etichetta, inserirà l’integratore in un registro con un apposito codice.

Il Ministero della salute ha definito chiaramente sia le sostanze che possono essere utilizzate negli integratori sia le quantità massime. Una sostanza per poter essere usata in un integratore deve essere stata consumata in quantità significative in ambito europeo altrimenti deve ottenere un’autorizzazione a livello europeo.

L’etichetta degli integratori deve riportare alcune indicazioni precise:

  • il nome non commerciale del prodotto
  • le finalità nutrizionali a cui è destinato
  • la sede dello stabilimento di produzione o il paese di origine
  • il lotto di produzione
  • l’elenco degli ingredienti in ordine decrescente di peso
  • la quantità netta
  • il termine minimo di conservazione (da consumarsi preferibilmente entro) o la data di scadenza (da consumarsi entro)
  • la modalità di conservazione
  • la modalita d’uso
  • la tabella nutrizionale

COSA DICE LA LEGGE?

Il Ministero della Salute ha specificato che gli integratori alimentari sono preparati industriali venduti in confezioni sigillate.

In realtà si tratta di una legislazione poco esauriente. In merito a ciò, da poco tempo, l’ASFI (Associazione Scientifica Farmacisti Italiani) ha precisato che esistono alcune differenze tra la legislazione che disciplina gli integratori e quella che disciplina i medicinali. Queste differenze sono:

  • Per l’immissione in commercio di un integratore non sono necessari studi che confermino l’efficacia ma basta trasmettere l’etichetta con la composizione quali-quantitativa degli ingredienti al Ministero della Salute. In più i foglietti illustrativi non sono revisionati periodicamente.
  • Le aziende che producono integratori non hanno obblighi di certificazione GMP (Good Manufacturing Practice) nè tantomeno hanno l’obbligo di controllare la qualità e la sicurezza degli ingredienti.
  • Mentre i medicinali sono presentati alla classe medica da laureati in discipline scientifiche, gli integratori possono essere propagandati anche da chi non ha alcuna qualifica.
  • La pubblicità degli integratori avviene senza alcun controllo preventivo.
  • È possibile vendere gli integratori in qualsiasi punto vendita di alimenti senza la necessaria presenza di un Farmacista.

Sulla base di ciò, l’ ASFI invita il Ministero della Salute a far sì che la legislazione di questi prodotti sia più consistente e più sicura per evitare seri pericoli a carico dei consumatori.

CHI VALUTA LA SICUREZZA DEGLI INTEGRATORI?

Prima di immettere l’integratore in commercio il produttore deve verificare la sicurezza effettuando la valutazione del rischio, ovvero analizzando la struttura chimica e la pericolosità di ogni singolo ingrediente che andrà a costituire il prodotto finito. Per alcuni ingredienti è disponibile l’ADI, una misura dell’apporto giornaliero di una sostanza espressa in mg/kg di peso corporeo che può essere assunta senza provocare rischi per la salute. Più elevato è il valore dell’ADI, più sicuro è l’ingrediente.

COSA MI SENTO DI CONSIGLIARE?

A mio parere oggi si fa non un uso ma un abuso di integratori. Molte volte ci si affida a persone poco competenti rischiando la propria salute perché, anche se sembrano sostanze innocue, gli ingredienti contenuti negli integratori a dosi non consone, possono creare seri problemi. Per cui quali sono i miei consigli?

  1. Affidare sempre la scelta dell’integratore al proprio medico di fiducia che, dopo aver effettuato i giusti controlli, saprà cosa consigliare.
  2. L’integratore non sostituisce una dieta equilibrata e uno stile di vita sano e non deve essere inteso come un farmaco: non ha nessuna proprietà curativa.
  3. Non utilizzare mai un integratore per lunghi periodi di tempo o a dosi superiori a quelle indicate sul foglietto illustrativo.
  4. In caso si verifichi un effetto indesiderato, avvertire il medico che provvederà a sospendere la cura.
  5. Non fidarsi mai di integratori che promettono risultati miracolosi: se si vuole ad esempio perdere peso è bene prima di tutto modificare la propria alimentazione e svolgere esercizio fisico e in seconda battuta aggiungere un integratore.
  6. Affidarsi sempre a persone esperte in materia, medici o farmacisti che fanno parte di un ordine professionale e mai all’acquisto di integratori al di fuori dei giusti canali, come siti online non autorizzati e palestre.

Per un giusto apporto nutritivo dei vari nutrienti (vitamine, sali minerali, proteine, fibre, carboidrati, acidi grassi ecc…) è necessaria un’alimentazione adeguata e mai trascurata abbinata al giusto esercizio fisico quale può essere una semplice passeggiata a passo veloce immersi nella natura sfruttando le benefiche proprietà della luce solare.

Spero di essere stata esauriente nella mia spiegazione… Al prossimo articolo!!!

Dott.essa Chiara Caridi.

6 thoughts on “L’USO CONSAPEVOLE DEGLI INTEGRATORI!”

  1. Fondamentale il passaggio in cui si chiarisce che gli integratori a dosi esagerate possono essere veramente dannosi. Sono informazioni che vanno diffuse, e voi lo fate benissimo e con un punto di vista obiettivo. Alla prossima!

    1. Bravo Luca, hai colto in pieno il problema. La disinformazione purtroppo può avere serie ripercussioni sulla nostre salute. Grazie e al prossimo articolo!

  2. Articolo molto chiaro sugli integratori in un momento storico dove si pensa acqua fresca possano essere presi come acqua fresca.
    Grazie Dottoressa

    1. Grazie mille Giusy per aver letto e commentato l’articolo! Purtroppo in giro c’è tanta disinformazione e la troppa pubblicità non aiuta.. Gli integratori si prendono con molta leggerezza pensando di risolvere i propri problemi.. Non si capisce sono sostanze che vanno prese se necessario e in modo limitato nel tempo!
      Continua a seguirci!

  3. Bellissimo articolo dott.ssa Caridi!! Sempre argomenti interessanti! Mi piace molto il Vostro blog! Continuerò a seguirVi!! Grazie per i Vostri consigli!

    1. Grazie Fiore del tuo commento! Ho cercato per quanto possibile di fornire le informazioni necessarie per un giusto uso degli integratori.. Sembrano sostanze innocue ma non è così.. Se usati in modo inappropriato creano delle problematiche non indifferenti!
      Grazie per il tuo supporto!

I Commenti sono chiusi.