Il mercato nero dei farmaci: salute a rischio!

Quattro farmaci “senza bollino identificativo” provenienti da “forniture originate da fonti non autorizzate” potrebbero essere presenti sul territorio italiano. In poche parole si tratterebbe di farmaci contraffatti!!

I farmaci in questione sono:

CLEXANE: a base di Enoxaparina sodica, principio attivo anticoagulante, commercializzato in Italia dall’azienda Sanofi S.p.A.

VIMPAT: a base di Lacosamide, utilizzato nel trattamento delle crisi epilettiche, commercializzato in Italia dall’azienda UCB Pharma S.p.A.

NEUPRO: a base di Rotigotina, molecola utilizzata nel trattamento della sindrome delle gambe senza riposo e della malattia di Parkinson, commercializzata in Italia dall’azienda UCB Pharma S.p.A.

SPIRIVA: a base di Tiotropio, principio attivo utilizzato nel trattamento della BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva), commercializzato in Italia dall’azienda Boehringer Ingelheim International GmbH.

Infarmiamoci.it

L’AIFA ha diramato un “rapid alert” internazionale dopo che l’Agenzia inglese del farmaco aveva segnalato confezioni false di questi farmaci.

In una nota Federfarma sottolinea: “Al fine di evitare l’ingresso di medicinali contraffatti nella catena di fornitura legale e per consentire alle autorità competenti i dovuti controlli finalizzati ad identificare eventuali confezioni sospette, l’AIFA invita gli operatori a segnalare agli indirizzi [email protected] e [email protected] ogni anomalia in caso di rinvenimento di confezioni con caratteristiche non conformi o eventuali offerte di acquisto dei prodotti menzionati nella lista”.

La Federfarma precisa che l’allerta si riferisce alle confezioni prive di bollino ottico. Se le confezioni presenti in farmacia non presentano alcun elemento di dubbio e sono complete di bollino ottico, sono regolarmente vendibili.

Dott.ssa Chiara Caridi

Dott. Andrea Liguori

2 thoughts on “Il mercato nero dei farmaci: salute a rischio!”

I Commenti sono chiusi.